Utilizziamo i cookies al fine di migliorare l'esperienza dell'utente. Chiudendo questo banner o continuando a navigare nel sito, presti consenso all'uso di tutti i cookies.

 


Weleda Italia

Via del Ticino 6
20153 Milano
Italia


Antroposofia

L’antroposofia fu fondata dal filosofo e scienziato naturalista Rudolf Steiner insieme con alcuni colleghi animati dalle medesime convinzioni. Questo metodo di ricerca ha influenzato altre discipline, compreso la didattica, l’architettura, l’arte e la medicina; se ne può ancora riscontrare il forte impatto nella vita quotidiana di Weleda.

 

L’antroposofia è un metodo di ricerca con radici europee applicato in tutto il mondo che esplora la spiritualità mediante la scienza. Offre la possibilità di comprendere meglio i modelli umani e di agire in modo coerente proponendo formule e azioni adeguate per le varie situazioni della vita. Fu fondata dal naturalista, scienziato e filosofo austriaco Rudolf Steiner (1861-1925) che era un ricercatore entusiasta estremamente colto in molti settori della scienza, delle discipline naturali e del pensiero filosofico. 

Dal pensiero scientifico alla esperienza spirituale

A differenza dal modo di pensare corrente nei circoli universitari e accademici dell’epoca, Steiner coniò il termine di antroposofia per indicare l’esplorazione della realtà spirituale per mezzo dell’esperienza scientifica e spirituale e a questa impresa dedicò tutto il suo lavoro. I metodi di ricerca esatti, che sono altrimenti limitati al solo mondo della materia, vengono applicati anche a quello spirituale mediante la scienza.

 

Si può descrivere l’antroposofia nel modo seguente: gli esseri umani comprendono la realtà attraverso i sensi e i processi elaborati dalla mente, la conoscenza che ne risulta viene quindi chiamata antropologia. L’antroposofia allarga questo approccio al livello spirituale perché gli esseri umani sono in grado di percepire l’ambiente circostante con i sentimenti e i pensieri. Steiner ha scelto il nome di antroposofia, “la saggezza dell’uomo”, perché in greco anthropos significa uomo e sophia saggezza.

Steiner nel 1923 fondò la Società Antroposofica Generale, la cui missione continua ad essere quella di condurre una vita culturale e intellettuale libera e di promuovere la ricerca dentro il mondo spirituale. Per portare avanti tale ricerca è stata fondata la Scuola di Scienza Spirituale a Dornach, solo a pochi chilometri di distanza dalla sede attuale di Weleda ad Arlesheim.

 

L’edificio della scuola, la cui architettura è notevole, si chiama Goetheanum. Questo centro per l’antroposofia, disegnato da Rudolf Steiner medesimo, comprende due sale da teatro con 1500 posti a sedere, una galleria, sale per conferenze, una biblioteca, una libreria e gli uffici amministrativi della Società Antroposofica. Parecchie volte all’anno si tengono qui delle conferenze su temi di interesse generale.

L'influenza dell'antroposofia in Weleda

Lo scopo dell’antroposofia è la crescita dell’intero essere umano. Oggi essa comprende numerosi settori che riguardano l’istruzione, l’architettura, l’arte, la medicina e l’agricoltura. Su incitamento di Steiner sono state aperte le scuole Waldorf, anche chiamate asili e scuole Steiner, e sono nati i settori della medicina antroposofica, dei prodotti naturali per la cura del corpo e quello dell’agricoltura biodinamica. Tutte queste discipline fanno ancora parte integrante dell’odierna Weleda.

 

Che si tratti della produzione dei nostri medicinali e cosmetici naturali oppure dei rapporti con i nostri collaboratori, fornitori e dipendenti, vediamo sempre gli esseri umani, la società e la natura come un’entità  olistica tenuta insieme dalla relazione esistente fra le nostre attività quotidiane e la natura.

 

Un uomo con una visione

Il fondatore spirituale e filosofico di Weleda

Rudolf Steiner

Un impulso dalla teoria alla pratica

Una donna con una visione chiara e sicura su come riformare la terapia medica.

Ita Wegmann

Direttore di Weleda per 35 anni

Promotore della produzione di prodotti cosmetici e farmaceutici antroposofici.

Oskar Schmiedel