Natura

Profilo Botanico: il Melograno

Il melograno è una delle piante coltivate più antiche del mondo. La polpa rossa che riveste il seme dalla forma poligonale è avvolta da una sottile buccia, all'interno della quale si trova il seme vero e proprio.

Famiglia

Il melograno (Punica granatum), una pianta della famiglia delle Lythraceae, è una delle piante coltivate più antiche del mondo. Questo piccolo albero o arbusto deciduo e fruttifero cresce fino a circa cinque metri di altezza. I rami giovani sono di forma quadrangolare; le foglie sono lucide e coriacee; la corteccia è di colore rosso-marrone o grigio. Esistono molte cultivar fruttifere e una serie di varietà ornamentali.

Frutto

Il frutto sferico del melograno può crescere fino a 10 cm di diametro. I sepali e gli stami secchi del fiore rimangono in cima al frutto maturo, dando l'aspetto di una corona. La buccia del frutto è dura e coriacea. Sottili membrane dividono l'interno del frutto in camere che contengono centinaia di semi.

Fiori

I sepali del fiore del melograno sono spessi e carnosi. Quando il bocciolo si forma, il ricettacolo alla sua base comincia già ad ispessirsi - questo si sviluppa più tardi per formare la pelle esterna del frutto. I grandi fiori del melograno, a forma di campana, hanno un colore che va dal giallo chiaro al rosso-arancio

Semi

La polpa rossa e grassa del rivestimento del seme è circondata da una sottile buccia, all'interno della quale si trova il seme vero e proprio. Dai semi essiccati si ottiene un olio prezioso. È composto da circa il 60% di acido punico, che è un raro acido grasso polinsaturo omega-5 con proprietà antiossidanti eccezionalmente elevate. Questo aiuta a proteggere la pelle dai radicali liberi. L'olio di semi di melograno supporta anche il naturale processo di rinnovamento cutaneo.