Famiglia

Benessere del Bimbo: I Primi 12 Mesi

Durante i primi sei mesi di vita i bambini tendono ad essere abbastanza sani, grazie agli anticorpi della madre, che vengono trasmessi durante la gravidanza e successivamente attraverso il latte materno. Nel momento in cui nascono, i bambini iniziano anche la loro vita nel mondo, che sarà via via più attiva con la graduale separazione dalla madre. Questo processo ha inizio con il primo respiro e continua con la digestione, il movimento e più tardi con la parola e il pensiero.

Una volta nati, i bebè hanno bisogno di tempo per adattarsi al loro ambiente ed usare tutti i sensi, poiché affrontano una miriade di nuovi stimoli. Per questo, sopprattutto durante i primi mesi di vita, hanno bisogno di dormire tanto, tra le 14 e le 17 ore al giorno; il loro nuovo mondo è molto diverso da quello in cui vivevano prima della nascita.

Invece della rasserenante sicurezza, vicinanza e calore presenti nel grembo materno, i bimbi ora incontrano diverse realtà: imparano le sensazioni del freddo e della fame, percepiscono gli odori e sentono tutti i rumori non filtrati. Anche i genitori devono adattarsi a questa nuova situazione ed imparare a conoscere il loro bimbo. Questo richiede pazienza, non solo con il bambino, ma anche con se stessi. Un'ostetrica, una consulente per l'allattamento, una doula o delle buone amiche con figli, possono essere una fonte di sostegno e possono contribuire a rafforzare la vostra fiducia.

Coliche o aria nella pancia

È abbastanza normale che i bambini sperimentino occasionalmente aria nella pancia, accompagnata da un addome duro e pianto - queste sono alcune delle tante sfide di adattamento al loro nuovo ambiente.

La "vera" flatulenza, invece, è molto più rara. In questo caso, la pancia diventa dura e gonfia, e l’organismo cerca di liberarsi dall’aria in eccesso, attraverso l’espulsione, a volte rumorosa, di gas spesso maleodoranti. Spesso anche le feci hanno un odore peggiore rispetto al solito. La causa del gonfiore è spesso dovuta alla mancanza di batteri "buoni" (chiamati anche flora intestinale o microbiomi) nell'intestino. Una volta stabilito un equilibrio - che viene sostenuto anche attraverso l'allattamento al seno – tutto scompare completamente. In sostanza, è importante allattare al seno il bimbo ogni volta che lo richiede. Questo può avvenire ogni 30 minuti o dopo cinque ore. L’allattamento al seno, quindi, non serve solo a soddisfare la fame ma fornisce intimità, sicurezza e soddisfa i bisogni fondamentali del bambino.

Massaggi alla pancia per calmare i bimbi irrequieti

I massaggi al pancino possono aiutare a calmare i bimbi irrequieti o che hanno flatulenze. I massaggi dovrebbero essere eseguiti in un ambiente tranquillo e caldo, ed è meglio usare oli naturali e con una formulazione che possa essere utile a calmare i dolori alla pancia. 

 

Teething Discomfort

Se verso i sei mesi i bimbi hanno la prima febbre e mostrano segni di irritabilità, il motivo è molto semplice: stanno mettendo il primo dentino! Il dente deve percorrere un lungo viaggio e possono passare molte settimane, mesi o anche un anno prima che arrivi a destinazione. Durante questo periodo, l'organismo è fortemente concentrato sui cambiamenti che avvengono all'interno della mandibola. Questo porta i bambini a diventare più inclini a raffreddori, tosse e febbre. A volte anche l'altra estremità dell'apparato digerente reagisce al cambiamento e si manifesta con un’eruzione cutanea da pannolino.

Il dolore ai denti non è una malattia, ma la loro comparsa graduale segna un altro passo importante nel processo di distacco (ed indipendenza) del bimbo dalla sua mamma. In questa fase, si dovrebbe iniziare lo svezzamento, integrando al latte materno anche alimenti solidi, come ad esempio la frutta di stagione, che il piccolo può facilmente schiacciare con i primi denti. Di solito i primi dentini compaiono quando il bambino inizia a gattonare; mentre nel momento in cui inizia ad imparare a camminare, verso il 15 mesi, i denti in media sono circa otto. Generalmente il bimbo inizia a manifestare totalmente la propria autonomia intorno ai due anni, ovvero nel momento in cui possiede tutti i denti da latte.

La comparsa del primo dentino avviene verso i 6 mesi

Irritazione da pannolino

Sorprendentemente, la delicata pelle del culetto di un bimbo riesce a sopportare molto, né si irrita con così tanta facilità se entra in contatto, per qualche istante, con le escrezioni corporee. Tuttavia, qualora dovesse apparire un'irritazione cutanea infiammatoria, con arrossamenti, piaghe o anche sanguinamento, bisogna fare in modo che la pelle venga lasciata libera di respirare il più possibile, così da consentire alla zona interessata di guarire. Una crema per il cambio pannolino di alta qualità e formulata con ingredienti naturali, può aiutare la pelle ad alleviare irritazioni e prurito, consentendole un recupero più veloce. Anche cambiare la tipologia di pannolino può essere d'aiuto.

Queste raccomandazioni sono valide anche per tutti gli altri fattori che causano forti irritazioni cutanee nella zona pannolino, quali: infezioni gastrointestinali che vanno ad alterare la flora intestinale, dentizione o la digestione dei primi frutti aspri.

Come affrontare l'irritazione, la dermatite e la candidosi da pannolino