Benessere

Un Potere Terapeutico Unico

La Calendula è la protagonista indiscussa delle nostre piante officinali, e Weleda la coltiva da quasi un secolo. Michael Straub, responsabile del giardino di piante officinali in Weleda, ci racconta l'unicità di questa pianta ed il suo potere terapeutico.

I fiori di calendula vengono davvero raccolti a mano?

Michael Straub: Si! Raccogliere nel periodo estivo quei fiori dal colore arancio vivace è il modo più bello per iniziare la giornata! Iniziamo a verso le 7 del mattino, dopo che la rugiada mattutina è scomparsa dalle piante. Solo raccogliendo i fiori a mano possiamo percepire veramente le singole caratteristiche. Durante la raccolta si esaminano i fiori uno ad uno per ottenere la migliore qualità possibile. La raccolta incomincia all'inizio di luglio e, a seconda del tempo, dura quattro o cinque settimane, con due o tre cicli: la calendula è una pianta abbastanza generosa!

Quali aspetti della calendula apprezzi in particolar modo? 

Michael Straub:  Nonostante siano ormai tanti anni che mi occupo di coltivazione di piante officinali, provo ancora un senso di sorpresa ogni volta che metto piede in un campo di calendula. Questo fiore composito presenta petali molto diversi tra loro, risultato del forte potere formativo della pianta. Possiamo osservare il processo di polarità se confrontiamo i fiori con le foglie, la cui sagoma ovale non è particolarmente distintiva e ha una forma quasi embrionale. I poteri formativi della pianta trovano espressione anche dopo essere stata lavorata come tintura o estratto: i rimedi contenenti calendula aiutano, infatti, a lenire la pelle. In giugno e luglio, il periodo dell'anno in cui il sole raggiunge il suo punto più alto nel cielo, la calendula rivela tutta la forza della sua energia. Il potere terapeutico della pianta è strettamente legato alla luce e al calore. Secondo la visione tripartita dell'antroposofia, esiste un rapporto speciale tra i tre elementi della pianta - radici, foglie e fiori - e l'organismo umano. Ad esempio, la struttura pronunciata della calendula è strettamente legata ai processi metabolici umani. Quando un medicinale contenente estratto di calendula viene utilizzato per trattare una lesione è perché va a stimolare i processi formativi cutanei e le naturali funzioni della pelle.

Perchè la calendula è stata selezionata come pianta guida di prodotti per la cura della pelle? 

Michael Straub: La calendula è, tra tutti i fiori compositi, la pianta officinale più utilizzata. Nei nostri oli per la cura della pelle a base di calendula, si avverte la sua capacità di trasformare la luce e il calore in materia vegetale. La calendula avvolge la pelle in uno strato protettivo, rafforzando e sostenendo le naturali funzioni fisiologiche della pelle. La calendula supera le altre piante con le sue capacità rigenerative e protettive. Queste due caratteristiche la rendono una pianta guida ideale per molti dei nostri prodotti.


 

 

Weleda coltiva la Calendula da quasi un secolo

Autore

Michael Straub

Responsabile della coltivazione delle piante e della ricerca presso Weleda a Schwäbisch Gmünd

Michael Straub, ingegnere agrario, è a capo della coltivazione delle piante e della ricerca presso Weleda a Schwäbisch Gmünd, dove è anche responsabile della conservazione della fauna selvatica.